AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER L’INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA

“INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI STRADA FORESTALE VAGLI SOTTO – CAREGGINE P.S.R. 2007/2013 – BANDO MISURA 125/a “MIGLIORAMENTO E SVILUPPO INFRASTRUTTURE IN PARALLELO CON LO SVILUPPO E L’ADEGUAMENTO DELL’AGRICOLTURA E DELLA SILVICOLTURA”

Si informa che è stata pubblicata sul portale START della regione toscana manifestazione d’interessa per la realizzazione di strada forestale Vagli Sotto Careggine al seguente indirizzo internet

Il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse è fissato entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 19/08/2020

COME MANIFESTARE L’INTERESSE A PARTECIPARE

Le manifestazioni di interesse da parte delle imprese devono pervenire entro il termine indicato al precedente punto in modalità telematica attraverso il Sistema Telematico Acquisti Regionale della Regione Toscana – Altri Enti Pubblici RTRT, utilizzando le apposite funzionalità rese disponibili al seguente indirizzo internet: http://start.toscana.it

I fornitori già registrati nell’indirizzario regionale dovranno accedere all’area riservata relativa all’avviso in oggetto e utilizzare l’apposita funzione presente sul Sistema START;

I fornitori non registrati all’indirizzario dovranno compilare il form on line presente nella pagina del dettaglio relativo all’avviso in oggetto.

Si fa presente che l’impresa che farà pervenire la manifestazione di interesse a seguito del presente avviso, avrà la facoltà, ai sensi dell’art. 48, comma 11 del D.Lgs 50/2016, di presentare offerta per sé o quale mandataria di operatore riunito secondo le modalità che saranno indicate nella lettera d’invito a presentare offerta.

Qualora il numero di manifestazioni d’interesse pervenute fosse maggiore di 10 (dieci) la scrivente Amministrazione procederà ad individuare n.10 operatori economici mediante sorteggio pubblico.

L’eventuale sorteggio, svolto in seduta pubblica verrà effettuato il giorno 21/08/2020 alle ore 12:30 presso l’ufficio tecnico del Comune di Vagli Sotto.

Nel caso in cui il numero di manifestazioni d’interesse fosse inferiore a 10 si procederà ad invitare tutti gli operatori economici che hanno manifestato interesse.

Richieste di chiarimenti da parte degli operatori economici

Le eventuali richieste di chiarimenti relative alla procedura in oggetto, dovranno essere formulate attraverso l’apposita sezione chiarimenti, nell’area riservata alla presente manifestazione d’interesse, all’indirizzo http://start.toscana.it/

Attraverso lo stesso messo l’Amministrazione provvederà a fornire le risposte.

Per informazioni tecniche, inerenti le modalità di registrazione sul Sistema di acquisti telematici e sull’utilizzo dello stesso, è possibile rivolgersi alla società i-Faber, da lunedì a venerdì dalle ore 08:30 alle ore 18:00, tel +39 02 86838415, fax +3902037737380 o all’indirizzo di posta elettronica infopleiade@i-faber.com

Per supporto nell’utilizzo della piattaforma è possibile rivolgersi al seguente numero telefonico +39 055 6560174 e/o scrivere all’indirizzo mail: Start.OE@PA.i-faber.com

La Lettera d’Invito

La lettera d’invito verrà inviata agli operatori economici sorteggiati, da parte dell’Amministrazione, a seguito della scadenza dei termini previsti per la manifestazione d’interesse esclusivamente alla casella di posta elettronica registrata sul portale START dal concorrente che ha manifestato interesse e sarà inoltre resa disponibile su START nell’area riservata all’appalto in oggetto insieme alla restante documentazione di gara.

Modalità di svolgimento dell’appalto

Le domande di partecipazione e le offerte dovranno essere formulate dall’impresa e ricevute dall’Amministrazione esclusivamente per mezzo del Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana – Altri Enti RTRT, accessibile all’indirizzo https://start.toscana.it/.

Le imprese che intendono partecipare alla fase di gara successiva all’invito da parte dell’Amministrazione dovranno essere in possesso di un certificato di firma digitale in corso di validità rilasciato da un organismo incluso nell’elenco pubblico dei certificatori tenuto da DigitPA, secondo quanto previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (art. 29 c.1) e specificando dal DPCM 30 marzo 2009, nonché del relativo software per la visualizzazione e la firma dei documenti digitali.

Dal seguente Link è possibile scaricare il testo dell’avviso Pubblico


Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 65 del 10 Giugno 2020

Contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ulteriori misure per il riavvio di varie attività dal 13 giugno 2020.

Cliccare sul seguente Link per scaricare il testo integrale dell’ordinanza

Cliccare sul seguente Link per scaricare l’Allegato 1

Cliccare sul seguente Link per scaricare l’Allegato 2

In sintesi il contenuto dell’ordinanza è il seguente:

…”ai sensi dell’articolo 32, comma 3 della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica le seguenti misure: Al fine di fornire linee guida ed indicazioni operative finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento di disporre, in coerenza con i principi contenuti nelle linee guida nazionali e nelle ordinanze regionali:

1. di recepire le Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in data 9 giugno 2020 con riferimento a ristorazione, attività ricettive con esclusione dei campeggi, servizi alla persona (acconciatori, estetisti, tatuatori e piercing), piscine, palestre, manutenzione del verde, noleggio veicoli ed altre attrezzature, informatori scientifici del farmaco, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi, cinema e spettacoli dal vivo, sagre, strutture termali e centri benessere, congressi e grandi eventi fieristici, sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse e discoteche;

Disposizioni per la riapertura e gestione di impianti a fune di risalita ad uso turistico, sportivo e ricreativo

2. che, a decorrere dal 13 giugno, possono essere riaperti gli impianti a fune di risalita ad uso turistico, sportivo e ricreativo e la loro gestione è effettuata nel rispetto delle misure idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio definite nelle specifiche linee guida regionali di cui all’allegato 2 alla presente ordinanza;

Disposizioni per la riapertura di: congressi, grandi eventi fieristici, cinema, spettacoli dal vivo, attività delle sale da ballo, discoteche e locali assimilati;

3. che, a decorrere dal 13 giugno, possono essere svolti i congressi e i grandi eventi fieristici e riaperti i cinema e gli spettacoli dal vivo nonché le attività nelle sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, sulla base delle specifiche linee guida di cui all’allegato 1;

Disposizioni per la riapertura delle sale bingo, delle sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse

4. che, a decorrere dal 13 giugno, possono essere riaperte sale bingo, delle sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse, sulla base delle specifiche linee guida di cui all’allegato 1;

Disposizioni per le le sagre

5. di confermare la riapertura delle sagre alle quali si applicano le linee guida relative ai vari settori di interesse quali ad es ristorazione, commercio al dettaglio su aree pubbliche, ecc; Resta fermo che le suddette attività potranno comunque essere soggette alla regolamentazione da parte dei comuni finalizzata a garantire accessi scaglionati in relazione agli spazi disponibili per evitare il sovraffollamento dell’area ed assicurare il distanziamento interpersonale;

Disposizioni per aree giochi per bambini

6. che le disposizioni di cui all’allegato 1 relative alle aree giochi per bambini si applicano con riferimento alle aree giochi per bambini in spazi privati aperti al pubblico;

7.che per quanto riguarda le aree gioco collocate in spazi pubblici, i comuni potranno regolamentare, con proprie disposizioni, l’utilizzo di suddette aree adeguandole alle esigenze particolari in linea con i criteri generali di cui all’allegato 1.

Disposizioni per stabilimenti balneari

8. in deroga a quanto stabilito dalla Delibera della Giunta regionale n.136 del 02 marzo 2009 per la sola stagione balneare 2020 è consentito agli stabilimenti balneari di posticipare l’apertura qualora non siano in grado di garantire, anche relativamente alla situazione di mercato determinatasi per la situazione epidemiologica in corso, i livelli minimi di sicurezza anticontagio previsti dalle disposizioni vigenti. Il gestore dello stabilimento comunica la non riapertura al Comune e al SUAP territorialmente competente entro e non oltre il 15 giugno 2020;

9. di confermare, che laddove è previsto il distanziamento interpersonale di almeno un metro è raccomandato il distanziamento di almeno 1,8 metri e che l’utilizzo della mascherina protettiva è obbligatorio in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, nonchè in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, nel caso non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale;

che le disposizioni di cui all’allegato 1 relative alle aree giochi per bambini si applicano con riferimento alle aree giochi per bambini in spazi privati aperti al pubblico;

7.che per quanto riguarda le aree gioco collocate in spazi pubblici, i comuni potranno regolamentare, con proprie disposizioni, l’utilizzo di suddette aree adeguandole alle esigenze particolari in linea con i criteri generali di cui all’allegato 1.

Disposizioni per stabilimenti balneari 8. in deroga a quanto stabilito dalla Delibera della Giunta regionale n.136 del 02 marzo 2009 per la sola stagione balneare 2020 è consentito agli stabilimenti balneari di posticipare l’apertura qualora non siano in grado di garantire, anche relativamente alla situazione di mercato determinatasi per la situazione epidemiologica in corso, i livelli minimi di sicurezza anticontagio previsti dalle disposizioni vigenti. Il gestore dello stabilimento comunica la non riapertura al Comune e al SUAP territorialmente competente entro e non oltre il 15 giugno 2020;

9. di confermare, che laddove è previsto il distanziamento interpersonale di almeno un metro è raccomandato il distanziamento di almeno 1,8 metri e che l’utilizzo della mascherina protettiva è obbligatorio in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, nonchè in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, nel caso non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale;

1 2 3 49